Ciao Barista, sei un/a tipo/a social o no?
Usi Facebook in modo responsabile?
Non lo usi? o lo usi male?

Girando in rete e tra le pagine Facebook di migliaia di bar italiani è facile imbattersi in veri e propri orrori.

Ora ti darò alcuni dati e forse ti annoierò un pò; ma credimi che appena capirai il senso di quello che voglio dirti la vita ti apparirà diversa; Facebook ti apparirà diverso, il mondo ti apparirà diverso e potrai cogliere tante più opportunità.

Facebook è uno strumento potente; ben 27 milioni di italiani hanno un profilo.
In Italia ci sono 60,5 milioni di abitanti e se togliamo quelli da 0 a 6 anni e gli over 80 rimangono 50 milioni di abitanti (dati aggiornati tuttitalia.it)
A te a cosa serve questo dato?
Pensaci bene… 27 milioni di profili da 7 a 79 anni su 50 milioni di persone!
Significa che quasi 3 italiani su 5 o 6 su 10 hanno un profilo Facebook.

Ti ho annoiato con i dati?

Resta sveglio e ti farò vedere la vastità dello strumento, come dovrai usarlo per aumentare il tuo giro di affari con piccoli accorgimenti.

Devi sapere che Facebook è uno strumento di comunicazione potentissimo.
Ha il potere di farti vedere a più della metà degli italiani.
3 clienti su 5 che entrano nel tuo bar hanno un profilo;
ma il dato interessante che nessuno considera è questo: ognuno di loro che ha un profilo ha anche centinaia di amici collegati.
Il numero medio degli amici che si hanno su Facebook è 342 (dato preso da ilsole24ore.com)

Ora facciamo un problemino delle elementari.
La maestra dice “ci sono 5 clienti, 3 di loro hanno un profilo Facebook, ognuno di quelli che hanno il profilo ha 342 amici; quante persone posso raggiungere se ognuno di quelli che hanno un profilo condividessero un post?”
Facile: 3 x 342 = 1026 persone
10 e lode.

A quante persone potresti fare pubblicità gratuitamente solo se il tuo cliente condividesse il tuo post?

Mettiamo che tu hai 100 clienti, significa che 60 clienti hanno Facebook e che se tutti condividessero un tuo post tu potenzialmente avresti fatto una pubblicità a circa 205.200 persone;
dico potenzialmente perché poi alcuni amici sono in comune con altri; mettiamo che un 30% sono amici in comune…comunque il tuo post arriverebbe a più di 140.000 persone.
Tu quanto hai speso?
ZERO, NADA, NIENTE, NISBA!

E se avessi 200 clienti? 400? Cosa accadrebbe?

Questo non è un trattato sui numeri, ma se hai ben afferrato il senso, capisci che lo strumento Facebook può fare la differenza.

ORA come devi utilizzare Facebook per far in modo che sia un tuo “venditore”?
Che vada in giro a parlar bene di te e che venda i tuoi prodotti e servizi?

Qui ti elenco i principali errori grossolani che si possono fare:
1. Avere un profilo anziché una  pagina “Bar Fantasy” (con gli amici anziché con i mi piace)
ATTENZIONE: questo comportamento è sanzionato da Facebook e, quando se ne accorgono ti chiudono il profilo e tu perdi tutti gli amici, perciò devi riconvertire il profilo in pagina

2. Avere un profilo che è un ibrido tra personale e professionale tipo “Paola Bar Fantasy”

3. Avere una pagina “Bar Fantasy” e trattarlo come profilo e pubblicare foto di famiglia, trattati politici, filmati di ufo o apparizione di madonne.

Questi sono i 3 errori grossolani da evitare.

Ora vediamo cosa affinare e cosa pubblicare.

a) La foto della pagina
la foto della pagina deve essere il segno distintivo del tuo bar, il logo con cui ti identifichi;
considera che l’immagine di pagina è quella piccolina che si vede poi nei post, se non è facilmente identificabile non va bene.

b) L’immagine di copertina
l’immagine di copertina deve essere una bella immagine che rappresenti al meglio il bar;
considera che è la prima immagine che uno vede entrando nella pagina.
L’immagine di copertina può essere cambiata, mentre quella della pagina è preferibile lasciare sempre la stessa purché sia fatta bene.
L’immagine di copertina può essere l’immagine dell’interno del bar, di un’offerta o promozione in corso; può seguire la stagionalità, puoi inserire un bel cappuccino con un saluto, ecc. ecc.
Qui hai libero arbitrio purché sia una bella immagine

c) I POST
ecco il vero succo del discorso.
Cosa pubblichi nei post? eventi politici? la foto di tua nipote mentre fa l’altalena? l’ultimo scoop sugli ufo?…andrebbe anche bene se il tuo bar si chiamasse “area 51″…
Allora cosa pubblichi?
Pubblica cose inerenti al bar, alla vita da bar, aneddoti da bar, perché no… barzellette da bar e quant’altro.
Pubblica foto, pensieri, tutto ciò che coinvolga e attragga il cliente da te.
Cosa succederebbe se ogni sera (verso le 22:00) pubblicassi una foto con un cornetto ed un cappuccino con scritto “domani mattina ti aspetto per darti il buon giorno con un sorriso”?
Oppure a metà mattinata pubblicassi un bel bancone pieno di panini, tramezzini, ecc. con su scritto “se non ce lo abbiamo te lo facciamo”.
Oppure se ti prepari per il pranzo puoi scrivere il menù.
Dopo pranzo una bella tazza di caffè o un tipo sconvolto dal lavoro con su scritto “non pensi sia ora di una pausa?”
Questi sono solo alcuni esempi.
Ovviamente devi trovare il tuo “universo”.
Una barzelletta, un aforisma, una foto particolare.

Poniti sempre due obiettivi quando pubblichi post:
1. attrarre il cliente
2. far condividere il post

Ora penso che ti abbia illustrato a grandi linee cosa fare con Facebook.
Usalo come un tuo venditore che parli bene di te e non come se fosse il tuo peggio nemico che ti mette in cattiva luce.

 

Se ti è piaciuto l’articolo condividilo con i tuoi amici baristi e seguici su Facebook.
Se non ti è piaciuto non dire niente a nessuno. 🙂

Seguici sempre…per te ci saranno ancora preziosi consigli e info prodotti che ti faranno aumentare clienti e fatturato!

Hasta la Vista

Marco