Sarà che la gente con me si confida volentieri oppure che sono troppo sfigato;
così anche oggi ho dovuto sorbirmi il lamento del solito “fenomeno” che ha pensato di aprire un bar ma non ci tira fuori neanche uno stipendio scarso.

“Ah, se qui le cose non cambiano, non si va più avanti! Lavoro dodici ore, il martedì di riposo lo passo tra il GrossCenter e il commercialista, poi la banca e non ho neanche i soldi per cambiare la macchina”.

Bene! E’ quello che ti meriti! Penso dentro di me cercando di non farmi sgamare dall’espressione del viso.

Poi mi passa l’ incazzatura e lo faccio secco con una domanda:

“Tu, che mestiere fai?”

Quello strabuzza gli occhi, si gratta la testa e risponde:
“Mah……io ho un Bar!”
Stavolta perdo le staffe definitivamente:
“…se hai un Bar vuol dire che sei un imprenditore. E allora! Che razza d’imprenditore sei se non hai i soldi neanche per cambiare la macchina e vai in giro con una carretta?”

Lo vedi tu Briatore che non si cambia la macchina?

Stavolta s’incazza lui:

“ma che razza di paragone! Quello è un figlio di papà,…e i soldi girano solo nei soliti ambienti……e devi avere un palmo di pelo…….è che io non sono capace di rubare…..e lui c’ha le conoscenze ecc. ecc.”

Quando ha finalmente finito di farneticare ed è pronto a ricevere il mio prossimo colpo basso…………affondo:

“No, non è questo. Se non ci credi vai su Wikipedia e leggi la biografia di Flavio Briatore e scopri che non è un figlio di papà. E’ una altro il motivo! Briatore ha un Bar e tu hai un Bar. Ma la grande differenza tra te e lui è che:

LUI E’ UN IMPRENDITORE E TU NO.

Lui ha il FOCUS sul GUADAGNO, invece tu ce l’hai sul lavoro.

Fai il caffè, tratti con i fornitori e i clienti e sei convinto che il tuo business sia tutto lì.

Se la pensi così hai completamente sbagliato mesterie, perchè, se hai un Bar, il tuo VERO MALEDETTO LAVORO è assolutamente quello di

                                                                              IMPRENDITORE.”

Ora mi rivolgo a te caro amico barista.

So che in questo momento provi un senso di nausea e ti gira la testa, ma ti prometto che, quando avrai finito di leggere starai meglio.

Lo so perché ti conosco e so che mediamente fai già tre lavori contemporaneamente per mandare avanti il tuo Bar e di aggiungere alla lista anche il lavoro di imprenditore non te la senti proprio.

Ma, devo dirtelo, che se hai un Bar o un peschereccio o un’officina tu sei

L’UNICO RESPONSABILE DI QUELL’ ATTIVITA’.

E’ tuo compito renderla ATTIVA E PROFITTEVOLE.

Quindi, se ora il tuo Bar non produce profitti per pagare tutte le spese, mettere da parte almeno il 10% del guadagno e remunerarti come tu fai con l’idraulico o l’elettricista

LA COLPA E’ SOLO TUA!

Spero che questo concetto ti sia chiaro perché:

  1. Ti prendi la responsabilità, impari a fare l’imprenditore e fai il grano
  2. Chiudi bottega e vai a lavorare sotto padrone per pagare i debiti

    Il lavoro più importante che devi imparare al più presto e quello di

COME PORTARE CLIENTI DENTRO AL TUO BAR E FARGLI APRIRE IL PORTAFOGLI RIPETUTAMENTE.

So che questa cosa l’avevi già intuita e che perciò hai anche sponsorizzato la squadra di calcetto per farti la pubblicità, ma che non hai visto nessuno a consumare, neanche quelli a cui hai dato i soldi.

Quindi ti sei convinto che

LA PUBBLICITA’ SONO SOLDI BUTTATI!

Si, infatti!

Barilla, BMW e McDonald buttano i soldi.

La verità invece è un’altra

LA PUBBLICITA’ CHE FUNZIONA COSTA UN SACCO DI SOLDI E TU NON PUOI PERMETTERTELA.

Eppure è ancora attuale e valido ciò che recita l’adagio

“LA PUBBLICITA’ E’ L’ANIMA DEL COMMERCIO”.

Allora ti chiederai “come si fa?”

Continua a leggere che ti spiego una strategia pubblicitaria a costo quasi zero se sai come farla.

Ti racconto il caso reale di una mia cliente di Ancona che era lì per chiudere i battenti.

Classico bar anni 90 generalista con la macchina del caffè sull’altarino ed i video-poker in fondo a destra.

Siccome la signora è sveglia, un paio di anni fa, non riuscendo più a fare fronte alle spese e alle banche, capisce che deve inventarsi qualcosa ed accettare il consiglio di sua figlia.

Impasta farine di Kamut e di Soia, latte di riso, zucchero di canna e amennicoli vari e incomincia a produrre i primi pasticcini vegani della città.

E’ proprio vero che certe cose inizi a farle soltanto quando sei preso dalla più profonda disperazione.

Infatti, due anni fa da quelle parti, di vegani convinti usciti allo scoperto ce n’erano ancora pochini.

Ma la figlia, che studia fuori, sa che quel mercato è in forte crescita e, tanto  per dare una mano alla mamma, intanto la fa incominciare e poi, siccome lavora su Internet inizia a trafficare con i social dove promuove la sua nuova attività.

Secondo te Facebook funziona?

Cazzarola se funziona!

La signora, in due anni, ha chiuso quattro dei cinque conti sui quali pagava interessi e commissioni e, senza avere investito un euro per modifiche agli arredi o al laboratorio, si è fatta una vasta clientela che le ordina torte e crostate a raffica oltre a continuare la normale attività di Bar.

Questa case history rende molto bene l’idea di cosa devi fare se vuoi PORTARE NUOVI CLIENTI AL TUO BAR.

  • Scopri un’idea differenziante che ti distingua dalla concorrenza
  • Attua efficaci strategie di marketing on line ed off line

    Scoprire un’idea differenziante non vuol dire necessariamente inventare un nuovo prodotto.

Se ci riesci va bene e chiamami che ci mettiamo in società! 🙂

Ti basta anticipare una nuova tendenza, fare ciò che si fa nelle città vicine ma non nella tua, oppure migliorare quello che già viene fatto confezionandolo meglio e aumentandone il valore percepito.

Quando hai il prodotto scopri dove puoi trovare i clienti che lo vogliono e fagli sapere che sei pronto a fornirglielo.

Ovviamente, siccome quasi tutti oggi sono su Facebook, è li il posto migliore dove li puoi trovare.

Se però, prima di decidere il prodotto, fai una piccola indagine di mercato non sbagli per niente.

Così, tanto per non metterti a fare qualcosa e scoprire che nessuno la vuole.

Per questo scopo, se sai come fare, Facebook è formidabile anche per i sondaggi.

Puoi lanciare un sondaggio e sapere prima se il prodotto che hai pensato può funzionare ed addirittura aprire le prenotazioni per le prime consegne.

Quando sei pronto a lanciare la tua nuova iniziativa fai una campagna sponsorizzata ed il nuovo business è partito.

Questo è ciò che devi fare come imprenditore e che ti porterà ad avere grandi risultati con il tuo Bar.

Ricorda che devi mantenere sempre il focus sull’acquisizione di nuovi clienti.

Potrebbe volerci un po di tempo prima che i tuoi neuroni decidano di aiutarti, ma, se continui a porti la domanda giusta, prima o poi, arriverà anche la risposta.

Hasta la Vista!

http-signatures-mylivesignature-com-54494-313-048499855e02dca4e2f81a483ce59736

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo; se ti è stato anche utile lascia un commento e condividilo.
Se invece questo articolo non ti è piaciuto leggine un altro.